Box doccia a napoli

Qualità e resistenza

Cerciello Pasquale Lavorazione Vetri produce e commercializza box doccia a Napoli, resistenti e idrorepellenti, per una pulizia più facile e veloce, ma soprattutto per un vetro impeccabile e resistente nel tempo, come appena acquistato.
Questo aspetto della nostra produzione merita particolare attenzione, in quanto i nostri prodotti vengono acquistati sia da imprese, che da privati o rivenditori autorizzati di articoli idrosanitari e arredo bagno.
La produzione di box doccia a Napoli, infatti, comprende articoli standard, adatti ad ogni bagno e con misure prestabilite e compatibili con la maggior parte dei bagni e dei piatti doccia realizzati e in commercio.

Inoltre, vengono realizzati box da progetto o personalizzati su esplicita richiesta della clientela, di arredatori e architetti.
Con porte scorrevoli su binari o con meccanismi a rotella oppure con anta a battente, i nostri box presentano soluzioni adatte ad ogni necessità, sia funzionale che estetica.
Proponiamo anche ante fisse e lastre, mezze ante o rivestimenti, articoli su misura per bagni di grandi dimensioni o estremamente ridotti, ma anche adatti a trasformare una vasca in doccia o viceversa.
I nostri vetri per box doccia possono essere realizzati su richiesta anche per adempiere a differenti funzioni, magari per essere utilizzati come semplici divisori in ambienti umidi o a contatto con l’acqua, come spa, saune o piscine.
Inoltre, l’aspetto estetico dei nostri vetri varia a seconda delle destinazioni d’uso o del gusto estetico del cliente.
Anche nelle versioni preconfezionate e pronte per la vendita, non mancano le soluzioni d’arredo innovative e di tendenza.

Massima funzionalità, resistenza e praticità, dunque, senza trascurare bellezza e versatilità.
I box doccia di Cerciello Pasquale Lavorazione Vetri sono spesso realizzati in vetro stratificato (o accoppiato) e temperato, un’opzione che ne aumenta la sicurezza, soprattutto per impieghi strutturali, si tratta quindi di una lavorazione utilizzata anche in altri ambiti.
E’ possibile poi effettuare il taglio di piccole lastre, eseguito a mano con appositi strumenti, mentre le grandi lastre vengono tagliate con l’ausilio di un apposito banco di taglio, si tratta di una macchina a controllo numerico con un piano fisso, detto pantografo, su cui si appoggiano le lastre di vetro, dotata di un ponte mobile che, tramite un tagliavetro con rotella in carburo di tungsteno, o diamante, pratica le incisioni sulla lastra, seguendo le misure programmate tramite software.